Hotel La Bussola

Soriano - Serra San Bruno

Soriano Calabrio in Calabria

Itinerario giornaliero Soriano Calabro e Serra San Bruno in Calabria. Paesaggi mozzafiato da non perdere durante le vacanze in Calabria

Soriano Calabro, la fondazione del paese risale al 1510 con la costruzione del convento domenicano, che nell’epoca barocca divenne uno dei luoghi di culto più frequentati del meridione; distrutto, poi ricostruito in più piccole dimensioni, dal terremoto del 1783. Dista circa 20 km da Vibo Valentia, rinomato per la sua vocazione artigiana sia gastronomica sia manifatturiera: apprezzati i mostaccioli ed il torrone di Soriano Calabro così come la lavorazione del vimini che ne fanno, del piccolo paesino, il “regno” della lavorazione di questo prezioso materiale. Visita alla Mostra permanente dell’artigianato calabrese presso il palazzo comunale, Biblioteca di S. Domenico e Santuario di S. Domenico ed i ruderi del vecchio convento.

Serra San Bruno in Calabria

Serra San Bruno luogo di maggiore interesse turistico che possa offrire la montagna calabrese. Per vari aspetti il panorama ci richiama alla mente quello della Sila; boschi secolari di faggete e pinete, grandi pascoli. Ma qui c’è qualcosa di più, il senso della storia dell’arte, una profonda traccia lasciata dall’uomo. Già la cittadina offre delle belle chiese ornate da stupendi portali in pietra e di arredi in legno, opera dell’artigianato locale che si tramanda ancora da padre in figlio da almeno sette secoli. Ma l’obiettivo principale del visitatore è sicuramente la Certosa, che sorge in un bosco alla periferia della cittadina, verso Sud. I luogo è pieno di mistica bellezza: una antica fonte riversa le sue acque, abbondanti e freschissime, proprio davanti l’ingresso del monastero. Solo gli uomini possono essere ammessi alla clausura dei Certosini. San Bruno di Colonia, il grande fondatore, detta sempre a sua ferrea regola di isolamento! Poche centinaia di metri separano la Certosa dal laghetto di S. Bruno e dal Chiesa di S. Maria del Bosco, che sorgono in un’ampia radura tra faggi e pini. Qui le acque di una sorgente alimentano un laghetto dove una stupenda statua di S. Bruno inginocchiato giace immersa nell’acqua gelida; secondo la tradizione, in quel luogo, erano seppellite le ossa di S. Bruno e, quando furono portate alla luce per essere traslate nella Chiesa dell’Abbazia, lì sgorgò una sorgente, quella, appunto, che oggi alimenta il laghetto. Pranzo presso il ristorante convenzionato. Partenza per Stilo molto bella la settecentesca chiesa d S. Francesco, dove vi si trova una Madonna del Borgo. Poi c’è la chiesa di S. Giovanni Theresti, oggi sede del Municipio. Eretta nel ‘600 ha una facciata barocca stretta da due campanili. Nel centro dell’abitato sorge il “Duomo”, il quale mantiene della struttura originaria solo il grande portale a ogiva. La Cattolica fu costruita nel X secolo su un poggio isolato, chiesa principale di un monastero, e prima cattedrale dell’antico vescovato. E’ interamente in mattoni, e la sua struttura ricorda certi edifici sacri del Peleponneso, dell’Armenia e dell’Anatolia. All’interno, quattro colonne con capitelli rovesciati individuano la croce greca iscritta nel quadrato, secondo i più tipici schemi bizantini.

Sei qui: Home Sport & Attività Da visitare Vibo Valentia Soriano - Serra
newsletter offerte speciali Hotel Tropea
* Campi obbligatori